specialisti nella produzione di impianti per fluidi supercritici.

Smaller Default Larger

Ciclo di pastorizzazioneIl trattamento degli alimenti mediante l’impiego di CO2supercritica è una tecnica innovativa che, in questi ultimi anni, è stata oggetto di diversi studi, in quanto consente di aumentare la sicurezza degli alimenti operando a temperature prossime a quella ambiente. Si tratta di un metodo relativamente semplice, particolarmente idoneo per preservare alimenti sensibili al calore o per applicazioni nelle quali è attualmente prevista l’aggiunta di un additivo (ad esempio la solfitazione del mosto d’uva).Gli studi finora compiuti sull’effetto sterilizzante della CO2supercritica hanno riguardato il trattamento di sospensioni di batteri, lieviti, spore batteriche, muffe e possibili micotossine in soluzione fisiologica con sistemi batch, semi-continui (processo batch per il campione, processo continuo per l’anidride carbonica) e continui.In questi ultimi anni sono in corso studi su tecniche alternative al trattamento termico degli alimenti. Quest’ultimo infatti, oltre a ridurre la carica microbica, può alterare le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche della sostanza trattata abbassando la qualità dell’alimento stesso. Grazie alla pastorizzazione con CO2 supercritica si ottiene l’abbattimento microbico senza alterare le caratteristiche del substrato.I consumatori sono alla continua ricerca di prodotti facili da immagazzinare, con una conservabilità (shelf-life) elevata e con un gusto il più possibile somigliante a quella del prodotto d’origine. Il trattamento con CO2 supercritica è di recente applicazione e gli esperimenti finora condotti, riguardanti soprattutto latte, acqua, succhi di frutta e mosto, hanno portato a risultati davvero soddisfacenti.Il gruppo industriale composto da Exenia Group Srl (sviluppo e ricerca nell’ambito di fluidi allo stato supercritico) e Separeco Srl (costruzione di impianti su tecnologia sviluppata da Exenia) ha sviluppato una nuova applicazione dei fluidi allo stato supercritico avente per oggetto la pastorizzazione di liquidi a bassa temperatura (35° C) ed alta pressione (300 bar).L’impianto opera con anidride carbonica (CO2) compressa in modalità continua. Nella tabella seguente sono riportati due esempi degli studi condotti presso i nostri laboratori R&D, che dimostrano la qualità di questa tecnica di pastorizzazione.

 

Analisi metodica Materie prime Campione identificazione esito
Microrganismi mesofili a 30°C /ISO 4833:2003 - succo di mela - non pastorizzato - pastorizzato 24 ufc/g < 1 ufc/g
Batteri lattici aerobi a 30°C/PDP BAT08- metodo interno rev.0 del 2006(*) - succo di mela - non pastorizzato - pastorizzato 3 ufc/g <1 ufc/g
Microrganismi mesofili a 30°C /ISO 4833:2003 - latte crudo - non pastorizzato - pastorizzato 35000000 ufc/g 2 ufc/g
Batteri lattici aerobi a 30°C/PDP BAT08- metodo interno rev.0 del 2006(*) - latte crudo - non pastorizzato - pastorizzato 5700000 ufc/g <10 ufc/g
Lieviti - metodica microbiologica /PDP BAT16- metodo interno rev.9 del2007(*) - latte crudo - non pastorizzato - pastorizzato 100 ufc/g <100 ufc/g

Analisi effettuate su campioni di succo di mela e latte crudo prima e dopo essere stati sottoposti al trattamento  di pastorizzazione con   CO2  supercritica.

JoomBall - Cookies